Seguici su Facebook e Google+
CHINASIA | Tour Operator specializzato per viaggi in Cina

Acqua potabile

Nelle stanze degli alberghi l’acqua dei rubinetti in genere non è potabile. Nella vostra camera potreste trovare un bollitore e l’occorrente per prepararsi il tè (di solito tè verde o al gelsomino). In molti alberghi troverete bottigliette d’acqua minerale locale con la fascetta “With the compliments of …” è un gentile omaggio dell’albergo. Le bottigliette d’acqua d’importazione poste nel frigo-bar sono a pagamento e generalmente sono molto costose.

Abbigliamento

Deve essere scelto con il criterio della praticità più che con quello dell’eleganza e deve tener conto della stagione in cui si svolge il viaggio: per il periodo estivo abiti leggeri di cotone sia al nord che al sud, in inverno abiti pesanti al nord e più leggeri al sud. Per coloro che sono diretti in Tibet c’è da tenere conto dell’escursione termica tra il giorno e la notte, tra una giornata nuvolosa ed una assolata e, ovviamente, delle quote raggiunte nelle zone più alte. Quindi si consigliano vestiti sia pesanti che leggeri e, soprattutto, occhiali da sole per il riflesso della luce e cappelli per prevenire insolazioni. E’ inoltre consigliabile munirsi di un impermeabile leggero e di scarpe comode.

Acquisti

Convenienti la seta, il cachemire, il cloisonnè, le porcellane e l’artigianato in genere. Riguardo gli oggetti di antiquariato si rammenta che sono esportabili solo quelli acquistati presso i negozi autorizzati e muniti del sigillo rosso attestante l’autenticità e il permesso di esportazione. Si raccomanda di concordare esattamente con l’accompagnatore o con la guida nazionale le soste per lo “shopping”; lasciare l’iniziativa alle guide locali potrebbe comportare perdite di tempo in negozi poco interessanti a scapito delle visite vere e proprie. Molto interessanti i mercatini locali. E’ buona regola contrattare il prezzo sino allo sfinimento. Per coloro che fanno tappa a Hong Kong si raccomanda inoltre estrema cautela nell’acquisto di apparecchi fotografici e affini, in quanto alcuni negozi non danno sufficienti garanzie; è opportuno quindi controllare sempre il funzionamento dei meccanismi dell’apparecchio, che sia munito di certificato di garanzia internazionale (International Warranty) e che sia effettivamente quello prescelto a essere impacchettato. Diffidate dei negozi che non hanno disponibile l’apparecchio già nel negozio stesso e dicono di averlo in magazzino. Acquistate inoltre soltanto nei negozi raccomandati dall’Ente per il turismo di Hong Kong (H.K.T.A.) e che ne espongono il logo in vetrina o all’ingresso.

Alberghi

Il livello degli alberghi selezionati varia da città a città. Numerosi hotel sono gestiti da grandi catene occidentali: Holiday Inn, Intercontinental, Sheraton, Accor, Shangri-là, Novotel. E’ bene comunque notare che, nelle zone meno frequentate turisticamente, il livello degli alberghi può non essere comparabile con gli standard occidentali. In ogni singolo itinerario (pagine dispari, ultima colonna a destra), troverete l’elenco completo delle strutture prenotate e confermate in ogni località e la categoria loro attribuita dalle autorità cinesi. Vi ricordiamo che in base ai regolamenti internazionali le camere saranno disponibili tra le ore 12.00 e le ore 15 del giorno di arrivo sino alle ore 10.00 – 11.00 del mattino del giorno di partenza. Chiedere di avere la camera a disposizione oltre questi orari può comportare il pagamento di un supplemento. E’ bene sapere che gli alberghi dispongono di camere doppie con due letti mentre è esiguo il quantitativo delle matrimoniali. Non esistono le camere triple, su richiesta verrà aggiunto un letto (lettino/poltrona letto) che potrebbe risultare scomodo e non comporta riduzione di quota.

Aria Condizionata

Moltissimi alberghi sono dotati di aria condizionata regolabile singolarmente. Si raccomanda di usarla con precauzione, essendo gli sbalzi di temperatura possibile fonte di raffreddori e altri malanni.

Bagaglio da stiva

Il bagaglio da imbarcare deve essere munito di serratura o chiudibile con un lucchetto. Ogni valigia o borsa deve essere etichettata con il proprio nome, cognome e indirizzo. I bagagli non devono contenere: denaro, oggetti di valore, armi, esplosivi, contenitori con gas o liquidi infiammabili, accendini, sostanze tossiche o corrosive, batterie di scorta al litio (power bank) che superano i 160 Wh. Ogni vettore stabilisce la franchigia a bordo degli aerei: Air China include un collo di 23 Kg, China Eastern include 2 colli di 23 Kg. ciascuno, Cathay Pacific 20 Kg. totali; la dimensione totale (somma di base, altezza, profondità) di ogni valigia non deve superare i 158 cm.

Bagaglio a mano

Si può portare a bordo degli aerei un solo collo la cui somma delle dimensioni (base, altezza, profondità), non superi i 115 cm. e i 5 Kg. di peso. Non deve contenere oggetti pericolosi (vedi voce Bagaglio). I liquidi devono essere posti in contenitori di capienza non superiore a 100 ml. ed inseriti in una sacchetta di plastica trasparente, richiudibile.

Bevande

Durante i pasti sarà servito un bicchiere di bevanda locale: birra, acqua minerale, aranciata, a discrezione del direttore del ristorante. Non è possibile stabilire regole precise. L’accompagnatore avrà cura di informarvi tempestivamente sul tipo di bevanda eventualmente compresa ad ogni pasto.

Carte di credito

Le più importanti carte di credito sono accettate in tutti i principali alberghi, grandi magazzini e negozi. Presso le banche sono in funzione anche sportelli bancomat per il prelievo di contanti.

Clima

Data l’immensa estensione del territorio cinese, sono presenti sensibili disparità climatiche con differenze massime di circa 30° tra Nord e Sud. Anche le precipitazioni variano con valori elevati nel Centro-Sud (1.500 mm all’anno) e minimi nel Nord-Ovest (50 mm all’anno). Le altitudini e la siccità delle zone desertiche accentuano il fenomeno delle disparità climatiche.

Formalità d’ingresso

Per l’ingresso in Cina è richiesto il visto, rilasciato dai Consolati cinesi in Italia (Roma, Milano e Firenze). Il passaporto dovrà essere valido almeno sei mesi oltre la data d’ingresso in Cina. In caso di viaggio in gruppo con l’accompagnatore, questi avrà in consegna il visto collettivo. In caso di visto individuale, apposto direttamente sul proprio passaporto, all’arrivo nel Paese dovrete compilare un modulo d’ingresso “Arrival card” con i vostri dati, il volo e il numero del visto; un modulo simile “Departure card” sarà compilato al momento della partenza; entrambi, generalmente distribuiti durante il volo dal personale di bordo, dovranno essere consegnati al “controllo passaporti”. Per l’ingresso ad Hong Kong, ai cittadini italiani non è richiesto il visto.

Fotografie

E’ possibile filmare solo con videocamere non professionali; come in qualsiasi altra parte del mondo è comunque vietato fotografare o filmare zone o apparati militari o industriali d’interesse strategico, zone esplicitamente vietate, persone che non vogliono essere riprese.

Fuso orario

E’ in vigore in tutto il Paese l’ora di Pechino che anticipa quella italiana di 7 ore. Durante il periodo dell’ora legale in Italia la differenza è di 6 ore.

Guide locali – Accompagnatori

Le guide locali sono utili per conoscere gli aspetti socio-storico-culturali dei monumenti e luoghi visitati, salvo rarissime eccezioni, parlano italiano. Per integrare le loro spiegazioni ed ovviare ad eventuali inconvenienti ci avvaliamo dell’assistenza di guide nazionali per i gruppi senza accompagnatore dall’Italia (da 6 a 14 persone) e di accompagnatori italiani (da 15 persone e oltre) che molto spesso parlano il cinese, hanno una approfondita conoscenza del Paese e sono nella quasi totalità laureati in Storia, Letteratura o Lingua Cinese nelle più prestigiose università italiane: La Sapienza a Roma, la Ca’ Foscari di Venezia e l’Orientale di Napoli.

Mance

Sino a pochi anni fa ufficialmente in Cina non si davano mance, ma la realtà in rapida evoluzione ha portato ad un dilagare del fenomeno. Nelle quote di partecipazione non sono comprese le mance per guide, autisti, facchini e camerieri. Per non creare disparità o dissapori, pensiamo sia giusto fissare l’importo della mancia nella misura di cinque Euro a persona al giorno. Detta somma, specificata nei singoli programmi, sarà raccolta dai nostri accompagnatori o dalle guide nazionali e consegnata alle varie guide locali, facchini, autisti e camerieri.

Moneta

La moneta turistica è ormai un ricordo del passato e pertanto al cambio, da effettuare negli alberghi o nelle banche autorizzate, il turista riceverà le banconote e le monete attualmente in circolazione. Le banconote estere sono generalmente ben accette solo se in ottimo stato e prive di abrasioni, strappi o scritte a penna o matita. Si consiglia di farsi dare anche banconote di piccolo taglio onde poterle usare presso le varie bancarelle e per i taxi. Si sconsiglia di effettuare acquisti in bancarelle e piccoli negozi. Utilizzando banconote estere, il resto verrà dato in valuta locale. Conviene altresì astenersi da eventuali cambi a borsa nera per non incappare in pericolose conseguenze legali. Il nome della moneta è “yuan” o “kuai” un Euro è pari a circa 7 Yuan. Ad Hong Kong la valuta è tuttora il dollaro di Hong Kong ed ha lo stesso valore dello Yuan. E’ consigliabile conservare la ricevuta del cambio, per eventuali controlli doganali e per poter ricambiare la valuta locale in valuta estera al momento della partenza.

Medici e medicine

E’ buona norma portare con sé qualche medicinale tra cui, ad esempio, aspirine, disinfettanti intestinali e antibiotici. In tutti i maggiori alberghi o, in loro corrispondenza, esiste comunque un ambulatorio con un medico a disposizione per qualsiasi problema sanitario.

Pasti

Tutti i nostri programmi di gruppo prevedono la pensione completa tranne ad Hong Kong ove è previsto il trattamento di camera e prima colazione all’americana. Per rendere più piacevole il viaggio e per evitare affaticamenti inutili abbiamo previsto che il pasto serale del giorno d’arrivo in ogni singola città sia occidentale e servito in albergo. Abbiamo altresì previsto, sempre per variare i pasti, che durante ogni viaggio siano servite cene banchetto in ristoranti tipici e numerose cene con buffet internazionale in albergo. Tutti gli itinerari prevedono la cena-banchetto all’anatra laccata a Pechino e la cena banchetto a base di ravioli a Xi’an. La cucina cinese varia moltissimo da regione a regione. Durante i pasti è generalmente compreso un bicchiere di bevanda analcolica (a discrezione dell’albergo). L’orario dei pasti nei ristoranti cinesi è anticipato rispetto alle abitudini italiane: si pranza verso mezzogiorno e si cena verso le ore 18.00 – 19.00. In rare occasioni può capitare che, a causa degli orari dei voli, la seconda colazione o la cena sia sostituita da un pasto a bordo.

Orari delle escursioni

Normalmente le visite delle città vengono effettuate dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Le escursioni di una giornata intera vengono effettuate dalle 9.00 alle 17.30 con sosta in un ristorante locale per il pranzo. Si informa che in occasione delle festività nazionali quali la Festa della Repubblica il 1° ottobre, il Capodanno Cinese e il 1° Maggio, alcuni monumenti potrebbero essere chiusi. Per il grande afflusso di visitatori, gli orari e l’organizzazione delle escursioni potrebbero subire variazioni.

Metal detector

Gli apparecchi in uso negli aeroporti cinesi e ad Hong Kong sono particolarmente sensibili nel rilevare oggetti metallici (fibbie, accessori, chiavi) e gli addetti alla sicurezza sono molto scrupolosi. Per evitare di rallentare le procedure d’imbarco e creare lunghe file si consiglia di riporre gli oggetti metallici nelle borse, o in alternativa, farli passare negli appositi contenitori.

Tasse aeroportuali

Gli organismi internazionali hanno stabilito che le tasse aeroportuali e l’adeguamento del carburante devono essere incassati all’emissione dei biglietti. Il loro importo totale varia a seconda del viaggio e dell’oscillazione del costo del carburante. Maggiori e più precise informazioni all’atto dell’iscrizione.

Telefonate

Negli alberghi delle grandi città è possibile chiamare l’Italia in teleselezione formando il prefisso 0039 seguito dal codice di teleselezione italiano (es. Milano: 02 – Roma: 06) seguito infine dal numero dell’abbonato. Il costo medio di una telefonata di tre minuti da Pechino all’Italia è di circa € 5,00 – 7,00. In buona parte del territorio cinese è possibile utilizzare i GSM abilitati al “roaming internazionale”. Si sconsiglia l’uso di carte prepagate acquistate in Italia perché non sempre utilizzabili.

Territorio e ambiente

La Cina è costituita da 22 province, 3 municipalità e 5 regioni autonome. Con circa 9.460.000 kmq, è la terza nazione al mondo per vastità dopo la C.S.I. e il Canada. Paragonata alla Cina, la Comunità Economica Europea rappresenta appena un quarto della sua superficie, mentre tutta l’Europa dalle coste atlantiche del Portogallo sino all’estremo lembo degli Urali ne è di poco più ampia. La Cina confina a Est con la Corea settentrionale, a Nord con la Mongolia, a Nord-Est con la Russia, a Nord-Ovest con il Kazakistan, a Ovest con Kirghizistan, Tagikistan e Afghanistan, a Sud-Ovest con Pakistan, India, Nepal, Sikkim e Bhutan, a Sud con Birmania, Laos e Viet-Nam. A Est oltre 5.000 chilometri di coste si affacciano sul Mar Giallo e sul Mare della Cina.
Lo storico isolamento della Cina dal resto del mondo è parzialmente dovuto a fattori geografici: immense catene montuose e sconfinati altipiani desertici nel Nord-Ovest e a Sud-Ovest e immense depressioni desertiche a Nord precludono lo sfruttamento agricolo di due terzi del territorio, del terzo che ne rimane solo il 20% si può dire veramente fertile. Se alcune vaste regioni scarseggiano d’acqua per l’altitudine e i deserti, in altre essa è abbondante; oltre 5.000 fiumi consentono alla Cina di produrre da sola, rapportati ai valori delle produzioni mondiali, il 37% del riso, il 14% del mais, il 12% del sorgo, il 20% del tè, il 25% del tabacco, il 20% delle arachidi, il 33% della iuta, il 32% della canapa, il 60% della seta, il 39% dei suini. E’ da notare che il territorio cinese si estende dal 73° al 135° meridiano (in teoria 5 fusi orari come da Dublino a Teheran) e dal 54° al 18° parallelo, (come da Copenhagen al Sahara). L’estensione di alcune città non ha paragoni con le città europee. Basti pensare che la sola Pechino si estende su di una superficie di 16.800 Kmq. (due terzi della Sicilia) e che la piazza Tian An Men ha una superficie (40 ettari) di poco inferiore all’intera Città del Vaticano (44 ettari).

Trasporti interni

Per gli spostamenti interni abbiamo prenotato soltanto voli delle più importanti compagnie aeree domestiche che operano esclusivamente con aerei moderni e di fabbricazione occidentale. Per gli spostamenti in treno abbiamo evitato viaggi notturni. Lo standard dei treni in Cina varia molto da regione a regione e non sempre è all’altezza delle aspettative. Carrozze di concezione ultra-moderna trasportano i passeggeri tra le grandi città, non sempre è possibile godere dello stesso livello di comfort lungo le linee periferiche. Il treno rimane comunque una grande occasione per addentrarsi nei paesaggi veri del paese e avere maggiori possibilità di contatto con il popolo cinese al di fuori dei grandi circuiti turistici.

Vettori

Tutti i nostri viaggi prevedono esclusivamente l’utilizzo di vettori di altissimo livello: AIR CHINA, CHINA EASTERN, CATHAY PACIFIC, THAI AIRWAYS INTERNATIONAL. I vettori da noi utilizzati operano voli no-stop collegando l’Italia alla Cina in 10/12 ore di piacevole volo. Gli aeromobili utilizzati (Boeing e Airbus) sono tra i più moderni e confortevoli disponibili.